Candriam Academy

Scheduled website update

We are currently working on updating the Candriam Academy to make it more user-friendly, engaging and sustainable. Please take the time to finish any courses on the Academy before 6 October 2022 at 17h00 CET. After this time, all accounts will be temporarily closed until the launch of the new Academy in mid-October. Please note, only completed courses will be reflected on the new site.

da | Giu 1, 2017

Emissioni di obbligazioni green

In base alle ultime informazioni pubblicate dall’agenzia di rating Moody’s, nel 2016 le emissioni di obbligazioni green hanno registrato una crescita esponenziale, attirando investimenti record per un totale di 93,4 miliardi di dollari a livello globale.

Secondo le stime di Moody’s, nel 2017 il valore complessivo delle emissioni di obbligazioni green dovrebbe superare i 200 miliardi di dollari: un notevole progresso se si pensa che nel 2012 corrispondeva soltanto a 2,6 miliardi di dollari. L’impennata è attribuibile agli emittenti cinesi, che hanno collocato obbligazioni green per un totale di 32,9 miliardi di dollari, cioè oltre un terzo del totale delle emissioni globali. Tuttavia, questo tipo di strumenti attrae notevole interesse in tutto il mondo e anche nell’Unione europea e negli Stati Uniti sono stati emessi ingenti volumi di obbligazioni green.

Uno dei maggiori emittenti di questa tipologia di titoli è la Banca mondiale, che nel 2016 è stata molto attiva in particolare negli Stati Uniti, dove ha emesso obbligazioni verdi per un totale di 500 milioni di dollari, e in India con emissioni per un valore complessivo di oltre 2,7 miliardi di rupie. Le obbligazioni green della Banca mondiale sono destinate al finanziamento di progetti di scala mondiale, tra cui la centrale idrica di Rampur in India che produrrà energia idroelettrica a bassa emissione di carbonio destinata ad alimentare la rete elettrica dell’India settentrionale.